AQUILINO-ELISABETTA-E-GALLINENel 2012 gli eredi della proprietà cominciano a pensare di aprire il bosco al pubblico e di realizzare un progetto idoneo e condivisibile. Una decisione ponderata, dove la natura – neanche a dirlo – gioca un ruolo fondamentale.  Una lettura giusta, il desiderio di realizzare qualcosa di utile per la collettività e l’incontro con persone stimolanti fanno il resto. Così nel 2014 viene aperto un campus agricolo eco-dinamico per attività di outdoor, che non può che chiamarsi i pini di Aquilino.

“Il progetto sviluppato per il campus è innovativo, perché torna indietro: parla di persone, natura, agricoltura. Fa capire che si può scegliere un tipo di vita diverso ed è bello che soprattutto i bambini possano fare un’esperienza di questo tipo. Alle porte di Milano, è un luogo che permette di riportare le persone nella natura, e per chi vive in città toccare la terra è una grande cosa.“
(Elisabetta, figlia di Aquilino)